La tua casa in BioEdilizia per vivere nel Benessere è il futuro… con più risparmio energetico, più comfort abitativo

Architettura in Bioedilizia, Bioclimatica ed Ecosostenibile

Principi tecnologici e costruttivi all’avanguardia utilizzati nei più avanzati sistemi e prodotti, che coniugano così l’altissimo comfort abitativo con la salubrità di vivere in ambienti nei quali il clima determini il benessere dell’individuo.

 Che cos’è la Bioedilizia?

Un’architettura con il concetto di bioedilizia climatica, rappresenta una costruzione dove le tecnologie applicative utilizzano le energie naturali rinnovabili per garantire condizioni di massimo comfort termico, igrometrico ed acustico in tutti i periodi dell’anno, con attenzione al contesto urbano e climatico, limitando drasticamente il fabbisogno di energia e di conseguenza la relativa impiantistica.
Questo quadro d’insieme si traduce in scelte progettuali coerenti ed innovative, che fanno dell’edificio una perfetta realizzazione di architettura bioedile, bioclimatica ed ecosostenibile dalle elevate prestazioni energetiche e con un superiore standard di comfort abitativo.

Che cos’è un edificio Bioclimatico?

Un edificio bioclimatico interagisce non solo con l’ambiente esterno, ma anche con i suoi abitanti: come gli abiti forniscono all’uomo la seconda pelle, la casa funge da terza pelle, fornendo protezione, comodità, riparo ma anche comfort nei confronti degli agenti climatici esterni, assumendo una dimensione completamente nuova e più evoluta, ancora più vicina alle esigenze delle persone e all’idea del beneabitare.
L’isolamento termico, bioclimatico e bioedile dell’involucro è efficace perché consente di ridurre il fabbisogno di energia e crea le condizioni di comfort che rendono la casa vivibile al meglio in ogni stagione dell’anno.
Affinché la casa possa adattarsi al cambiamento delle condizioni esterne al pari di un organismo vivente è necessaria una profonda conoscenza delle tecnologie e dei materiali, lo studio dei fattori climatici e un’analisi precisa dell’influenza degli agenti esterni sui materiali stessi (temperatura, umidità, rumori).

Quali sono i criteri che orientato la scelta dei materiali da costruzione in Bioedilizia?

I materiali, i prodotti e le tecnologie applicative consolidate rispondenti ai concetti della bioedilizia previsti per la costruzione sono di origine naturale e sulla base delle loro caratteristiche biologiche, rispettano la salute delle persone e l’ambiente in cui esse vivono.
Non esauriscono le risorse del pianeta, non inquinano in fase di costruzione e di esercizio, sono facilmente riciclabili una volta dismessi e sono rigorosamente italiani.

Come completare la sinergia tra strutture edili ed impiantistica per un elevato comfort abitativo?

Dell’importanza di un’edilizia ad alte prestazioni energetiche, sana per l’ambiente oltre che per le persone, si deve tenere conto nella progettazione e nella realizzazione delle strutture e soprattutto nell’impiantistica, optando per quelle tecnologie ecosostenibili più consolidate e vicine alle esigenze del comfort bioclimatico.
Gli impianti di riscaldamento, raffrescamento e di ventilazione devono essere concepiti per essere utilizzati solo per minime correzioni di un clima abitativo già buono in virtù delle caratteristiche strutturali dell’edificio, nell’ottica di garantire condizioni di massimo comfort termico, igrometrico ed acustico per tutto l’anno.

Questo insieme di sinergie Luogo – Edifico – Impianti

crea un organismo edile che funge da terza pelle, interagendo tra l’ambiente interno e l’ambiente esterno.

Pianta di sughero

Pianta di sughero materiale per costruzioni in Bioedilzia

Come scegliere i materiali per l’isolamento?

Per l’isolamento bioclimatico e acustico dell’involucro ci si avvale di materiali naturali a ridotto impatto ambientale e dalle straordinarie proprietà come il sughero biondo naturale, di origine italiana che risponde al meglio a tutti i canoni delle bioedilizia.

Italiano: il sughero biondo naturale bollito e ventilato utilizzato da Coverd si distingue perché prodotto e lavorato completamente in Italia.

Etico: il ciclo di lavorazione senza sfruttamento di manodopera, come invece potrebbe avvenire con prodotti provenienti da altri continenti.

Ecosostenibile: lavorazione del sughero e relativa trasformazione effettuata con energia rinnovabile, fotovoltaico per la produzione di energia elettrica e biomassa per la produzione dell’energia termica necessaria. Il trasposto su brevi distanze permette un basso impatto ambientale.

Impatto zero: il ciclo di lavorazione garantisce emissioni di CO² pari a zero dalla produzione all’impiego nel pieno rispetto dell’ambiente.